Disabili e volontari

Abbracci e canti con il Presidente della Repubblica Mattarella. Bianchini di Assofa: “Emozione straordinaria per i nostri ragazzi”

9 novembre 2019

“E’ stata un’emozione indescrivibile e il nostro Presidente della Repubblica ha dimostrato doti umane e di ascolto che ci hanno commosso”. Giancarlo Bianchini, presidente di Assofa, racconta l’incontro avuto questa mattina, 9 novembre, con Sergio Mattarella al Quirinale. Bianchini era accompagnato da oltre cinquanta persone, tra ragazzi disabili e volontari, che hanno avuto l’occasione unica di vedere di persona il Capo dello Stato e di abbracciarlo. “Ha infranto le regole del protocollo per poter trascorrere più tempo con noi – spiega Lucia Bianchini – e ha consentito ai ragazzi di esibirsi in alcuni canti”.

Assofa è una associazione volontaria familiare per persone portatrici di handicap, 75 sono gli ospiti divisi tra le sedi di Piacenza e Verano di Podenzano. Il presidente Bianchini, ha un legame di amicizia con il Capo dello Stato. Nel 1990 Mattarella, ministro della Pubblica istruzione fu accolto dall’onorevole Giancarlo Bianchini alla Casa del Fanciullo quando consegnò la medaglia d’oro della Pubblica istruzione a padre Gherardo Gubertini. E lo scorso mese di giugno, durante un’udienza concessa a parlamentari Dc di antica data, Bianchini chiese proprio a Mattarella di poter andare a trovarlo con i suoi ragazzi.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE