Ritrovamento Klimt

Claudia Maga: “Ho aspettato per anni quella telefonata”

12 dicembre 2019


E’ un’emozione straordinaria quella vissuta da Claudia Maga, oggi insegnante di Lettere e nel 1996 studentessa del liceo Colombini che scoprì, durante una ricerca, la presenza di un’altra opera sotto al Ritratto di signora di Gustav Klimt esposto alla galleria Ricci Oddi di Piacenza. “Ho aspettato per anni quella chiamata – ha dichiarato Claudia Maga, oggi insegnante di Lettere e scrittrice -; speravo di poter rivedere il dipinto che in modo incredibile è sparito e in modo incredibile è stato ritrovato. Sono contenta che Piacenza ora possa goderselo, per questa città è come se fosse la Gioconda”. Claudia Maga, nel 1997, aveva assistito alla radiografia del quadro, analizzato dagli esperti per capire se sotto effettivamente si nascondeva un altro dipinto. Erano presenti in quell’occasione anche Stefano Fugazza e Ferdinando Arisi, deceduti nel 2009 e nel 2013. Claudia Maga aveva potuto vedere da vicino l’opera e aveva notato alcuni numeri di serie, delle abrasioni, dei timbri che sarebbero effettivamente presenti sulla tela ritrovata martedì 10 dicembre in un’intercapedine dei giardini della galleria Ricci Oddi, all’interno di una botola nascosta dall’edera. Ora si attende l’ufficialità dell’autenticità del dipinto. La perizia tecnica verrà effettuata in tempi brevi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE