Emergenza sanitaria

Piacentina ricoverata, tampone negativo. Le autorità: “Per ora nessun allarme”

21 febbraio 2020

Il tampone, analizzato presso il laboratorio di riferimento regionale del Sant’Orsola di Bologna, ha confermato che la piacentina ricoverata nell’ospedale di Piacenza non ha contratto il virus. È il secondo test negativo dopo quello del dipendente della Mae di Fiorenzuola d’Arda (Pc), attualmente isolato all’ospedale Sacco di Milano. Nonostante l’esito negativo che attesta l’assenza di infettività, secondo il principio della massima precauzione, sono in corso ulteriori ricerche per capire se il paziente può essere risultato infetti nei giorni passati.

Resta intanto in isolamento domiciliare volontario l’infermiere triagista piacentino che ha accolto il primo paziente compito al Pronto Soccorso di Codogno (Lodi): vive solo e, benché asintomatico, gli è stato eseguito il tampone. La sanità pubblica regionale, in via precauzionale, ha già contattato 70 dipendenti della Mae spa per i quali è ritenuta necessaria un’ulteriore verifica perché valutati potenzialmente a rischio.

Il prefetto Maurizio Falco nel frattempo ha invitato i piacentini a mantenere la calma: “Al momento non ci sono evidenze della diffusione dell’infezione nel nostro territorio. Abbiamo deciso di chiudere le scuole e sospendere le manifestazioni sportive in via precauzionale”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza