“Veniamo a farvi il tampone”: sciacalli in azione anche a Piacenza

24 Febbraio 2020

Nessuna Attività porta a porta per fare il tampone orale; nessuna telefonata da parte di operatori sanitari per eseguire il test a domicilio. Croce rossa di Piacenza, amministrazione comunale, questura e azienda sanitaria allertano la popolazione sulla presenza  di sedicenti addetti che spacciandosi per operatori sanitari tenterebbero di entrare in casa della gente per fare il tampone.

“Non è stata intrapresa alcuna attività porta a porta per effettuare test con tampone orale per la rilevazione di contagio da Coronavirus Covid-19 da parte della Croce Rossa di Piacenza – spiega il comunicato – la quale non ha alcuna competenza in merito.  Tali attività non hanno quindi nulla a che vedere con Croce Rossa Italiana e gli individui che le realizzano, spacciandosi per appartenenti alla nostra Associazione, hanno probabilmente il solo scopo di introdursi in maniera illegittima nelle abitazioni con intenti di sciacallaggio.

L’amministrazione comunale e l’Usl confermano che “Non sono in corso contatti telefonici a tappeto s tutta la popolazione, ma vengono chiamate dall’Ufficio di Igiene Pubblica dell’Ausl, per accertamenti sanitari, unicamente le persone che – a seguito della ricostruzione degli spostamenti e delle frequentazioni di chi risulta affetto dal virus – possono essere considerate a rischio di infezione. Gli operatori sanitari effettuano visite ed eventuali esami a domicilio solo se allertati preventivamente dai cittadini stessi che, attraverso il medico di famiglia, il 118, il numero nazionale 1500, avessero segnalato sintomi sospetti o la necessità di accertamenti. In nessun caso avviene che siano gli operatori sanitari a contattare, di propria iniziativa, le persone, né telefonicamente né presentandosi alla porta

Dello stesso tenore la nota inviata dalla Questura: “Nessun comune ha previsto che vengano fatti i tamponi porta a porta. Non aprite ai presunti infermieri che dichiarano di dover effettuare il tampone gratuito di controllo! Sono ladri”.

La raccomandazione è quella di non accogliere in casa persone che si presentano a nome della Croce Rossa e di contattare immediatamente il 113, il 112 o la polizia municipale di Piacenza al numero 0523-7171.

LA NOTA DI CROCE ROSSA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà