Al via l’assemblea regionale, Tarasconi e Tagliaferri eletti questori

28 Febbraio 2020

Si è insediata stamattina, 28 febbraio, la nuova Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna di cui fanno parte quattro consiglieri piacentini: i leghisti Matteo Rancan e Valentina Stragliati, la democratica Katia Tarasconi e Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d’Italia.

L’ordine del giorno ha previsto l’elezione del presidente del consesso bolognese (Emma Petitti, assessore al bilancio uscente, appoggiata all’unanimità dall’aula) e dell’ufficio di presidenza composto da due vicepresidenti (Silvia Zamboni e Fabio Rainieri) e due segretari (Lia Montalti e Fabio Bergamini). I piacentini Katia Tarasconi e Giancarlo Tagliaferri hanno assunto il ruolo di questori e avranno il compito di curare il buon andamento dell’amministrazione, vigilando sull’applicazione delle norme e delle direttive dell’ufficio di presidenza, nonché di fungere da riferimento per i singoli consiglieri regionali.

La seduta si è svolta a porte chiuse per ragioni di sicurezza, in seguito all’ordinanza ministeriale emanata per prevenire e contrastare la diffusione del Coronavirus.

LA NEOPRESIDENTE ARRIVA DA RIMINI – È Emma Pettiti, risultata eletta all’unanimità, la nuova presidente dell’Assemblea legislativa. Assessore uscente al Bilancio, prima degli eletti nella lista del Pd nella circoscrizione di Rimini, la neopresidente ha ricevuto il suffragio di tutti consiglieri regionali presenti alla seduta d’insediamento del Parlamento regionale, che ha dato il via all’XI legislatura regionale. Nel discorso d’insediamento, ha rivolto un ringraziamento sentito a tutti gli operatori sanitari che si stanno prodigando nella gestione dell’emergenza sanitaria in corso per contrastare la diffusione del coronavirus. “I cittadini chiedono risposte efficaci e mi impegnerò da subito affinché l’Assemblea legislativa, nella distinzione dei ruoli, supporti il lavoro della Giunta” ha dichiarato la presidente. Nel ricordare il lungo e non facile percorso costituzionale che ha portato alla nascita delle Regioni, nel lontano 1970, Pettiti ha evidenziato come oggi il regionalismo sia alla vigilia di nuove sfide, circostanza testimoniata dalla richiesta di autonomia rafforzata avanzata al governo da numerose Regioni, Emilia-Romagna in testa. “Più autonomia- ha spiegato- significa più responsabilità di governo a favore della società regionale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà