Appello di Avis

Donazioni di sangue: calo del 40%, la situazione sta migliorando

4 marzo 2020

Donazioni di sangue ai tempi del Coronavirus. Quando è scoppiata l’emergenza, la settimana scorsa, l’Avis di Piacenza ha dovuto fare i conti con un crollo del 40% delle donazioni. Un dato riconducibile alla paura dei donatori di presentarsi all’ospedale. La situazione però sta migliorando e i cittadini sono tornati a “donare”. Leonardo Fascia, presidente di Avis Piacenza, lancia un appello ai donatori e rassicura sulla massima sicurezza adottata dagli operatori. “Non c’è nessuno pericolo, ci siamo organizzati per evitare assembramenti nelle sale d’attesa. Continuate ad aiutarci”.

“Al centro trasfusionale dell’ospedale di Piacenza è stato creato un triage dove i donatori vengono accolti uno ad uno e viene rilevata la temperature” – spiega il direttore Francesco Romeo. Al momento non si registrano emergenze in quanto anche gli interventi chirurgici programmati sono calati e quindi di conseguenza anche la richiesta di sangue”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza