Emergenza anche in Toscana

Coronavirus, due casi in Valle d’Aosta dopo il rientro di uno studente da Piacenza

5 marzo 2020

I primi due casi di coronavirus segnalati in Valle d’Aosta sono comparsi dopo il rientro in famiglia di uno studente da Piacenza. Il nucleo familiare è numeroso, di almeno sei persone (tra genitori e fratelli dello studente), e risiede a Pontey, comune della media valle. Il personale sanitario, come da protocollo, sta procedendo ad intervistare le persone con cui i componenti della famiglia hanno avuto contatti.

Il sindaco di Pontey ha emesso un’ordinanza per “l’isolamento preventivo, con assistenza sanitaria e sorveglianza epidemiologica da parte del medico di igiene e sanità pubblica, con il supporto del 118”. Stessa misura – si spiega in una nota del Comune – è stata adottata nei confronti di familiari e persone che sono state in stretto contatto con i due pazienti, che appartengono allo stesso nucleo familiare e che presentano lievi sintomi influenzali.

Emergenza sanitaria riconducibile al Piacentino anche a Chianciano Terme (Siena). Dodici persone, tutte impiegate in strutture ricettive, saranno in quarantena domiciliare fino a sabato 7 marzo. Lo ha disposto il sindaco Andrea Marchetti, dopo aver ricevuto comunicazione dall’Asl Toscana sud est di un caso risultato positivo al coronavirus a Piacenza. Si tratta di un uomo che, secondo quanto ricostruito dai sanitari, aveva preso parte ad un festival di ballo dal 21 al 23 febbraio nella cittadina termale. Una volta rientrato a casa dalla Toscana, il ballerino avrebbe accusato i primi sintomi e dopo essere stato sottoposto a tampone, è risultato positivo al Covid-19.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza