Sindacati trasporti: “Senza misure di sicurezza l’azienda si deve fermare”

17 Marzo 2020

 

Le organizzazioni sindacali del settore trasporti Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti di Piacenza hanno inoltrato una lettera alle aziende e per conoscenza alla prefettura e allìAzienda sanitaria con la richiesta urgente di un incontro relativo all’emergenza epidemiologica Covid19. Al centro dell’attenzione la sicurezza dei lavoratori in particolare per quel che riguarda i dispositivi sanitari di protezione personale.

“Al fine di continuare a garantire concretamente la filiera del trasporto delle merci di prima necessità, intendendo con questo i generi alimentari, gli approvvigionamenti sanitari e farmacologici per gli ospedali e per la distribuzione urbana nelle attività specifiche, ancora aperte al pubblico, e il carburante – scrivono le sigle sindacali – è necessario e non più rimandabile attuare una limitazione del beni trasportati, spediti, consegnati, ecc…..in questo contesto di emergenza, dove le logiche di interesse di mercato devono cedere il passo alla necessità di sicurezza del lavoro e dell’intera società civile”

“Nelle more di tale confronto – aggiunge la nota – in assenza comprovata dei necessari presidi e strumenti sanitari, preposti per evitare il contagio, nei settori di magazzinaggio, trasporto merci e distribuzione urbana ed extraurbana delle merci, dove i bene trasportati non siano essenziali ai fabbisogni reali di sussistenza della popolazione (in particolare generi alimentari, clinico-sanitario/farmaceutico, carburanti,…) ricorrono le condizioni evidenziate nella premessa” ovvero il diritto dei lavoratori e delle lavoratrici, in caso di emergenza e di pericolo grave, ad abbandonare il posto di lavoro e sospendere la prestazione lavorativa senza subire alcuna conseguenza come previsto dall’articolo 44 del Dlgs. 81/08″.

“Stiamo preparando a livello regionale una lettera unitaria destinata alle singole prefetture perchè si attivi per le verifiche in tutti i settori e anche nei cantieri” ha dichiarato Floriano Zorzella di Cgil.

SOSPENSIONE ATTIVITA’ PER INADEMPIMENTO OBBLIGHI DI SICUREZZA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà