“Il virus ci ha intrappolato a Santo Domingo”. L’sos di tre piacentini

18 Marzo 2020

“Siamo bloccati a Santo Domingo, fateci tornare in Italia”. È l’appello dei piacentini Giovanni Borsotti, Marco Maggi e Maurizio Massari che si trovano in vacanza nella Repubblica Dominicana, ma che non riescono a rimpatriare a causa dei primi contagi da Coronavirus registrati anche sull’isola caraibica.

“Stiamo vivendo una brutta disavventura – fanno sapere tramite una videochiamata – perché il volo di ritorno dello scorso 6 marzo è stato cancellato e forse, senza alcuna certezza, potremo salire su un aereo solo il 10 aprile, quasi tra un mese. Ma è solo un’eventualità. Siamo in enorme difficoltà, riusciamo a comunicare con l’Italia solo in poche occasioni. La connessione internet non funziona bene”. Ciò che preoccupa Borsotti, Maggi e Massari è la tenuta del sistema sanitario del posto: “A Santo Domingo gli infetti stanno aumentando e le strutture ospedaliere non danno garanzie. Abbiamo scritto alle istituzioni italiane, compresa la prefettura di Piacenza. Vogliamo tornare nel nostro Paese”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà