Festino “clandestino” in pieno centro: 15 giovani stipati in un bilocale

19 Marzo 2020

Qualche bottiglia, musica ad alto volume ma soprattutto balli sfrenati in uno spazio veramente ristretto. I recenti divieti emanati per l’emergenza Coronavirus (che impongono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro) non hanno smorzato la sete di divertimento di una quindicina di giovani che, martedì scorso intorno a mezzanotte, ha organizzato un festino “clandestino” all’interno di un bilocale di via Sant’Antonino a Piacenza.

La musica e gli schiamazzi, con i ragazzi che nel ballare si sono spostati anche nel cortiletto adiacente il bilocale, hanno spinto i residenti ad avvertire i carabinieri, giunti poco dopo sul posto. Secondo quanto riferito da un cittadino che ha assistito alla scena, “alla vista dei militari i giovani hanno subito spento luci e musica, fingendo che non fosse in atto alcun festino. Una volta che le forze dell’ordine se ne sono andate, il gruppetto di amici ha ripreso a ballare come se nulla fosse. Il tutto è proseguito almeno fino alle due”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà