Regista piacentino

Con le sue vignette Andrea Canepari racconta la vita ai tempi del Coronavirus

21 marzo 2020

Nello studio della sua casa di Roma, dove si era recato per girare alcuni episodi de “Il paradiso delle signore” (seguitissima soap opera in onda sulla Rai), il regista piacentino Andrea Canepari ha pensato di realizzare alcune vignette raffiguranti la difficile vita degli italiani ai tempi del Coronavirus.

Il virus che assume le sembianze dei drughi di “Arancia Meccanica”, minaccia a colpi di starnuto anche il presidente americano Donald Trump e sfida un pistolero armato di amuchina sul set del film “Mezzogiorno di vuoto”. Non solo: tra i disegni che l’allievo di Bellocchio ha realizzato in questi giorni, trova spazio anche la sua amata Piacenza.

“L’idea era quella di raccontare, con una vignetta al giorno, la mia quarantena – ha spiegato Canepari -, con tutte le sensazioni e le suggestioni che provo stando chiuso in casa e guardando fuori dalle finestra. Naturalmente i primi pensieri sono rivolti alla mia città natale, che purtroppo non potrò rivedere ancora per un po’ di tempo a causa di questa emergenza”.

Al regista piacentino abbiamo anche chiesto come stanno vivendo a Roma l’emergenza Coronavirus. “Purtroppo vedo ancora molta gente per le strade – ha rivelato -. Dalla finestra ho potuto vedere diverse persone che facevano jogging e passeggiavano tranquillamente. La situazione che si respira qui a Roma è sicuramente un più leggera che a Piacenza, anche se da oggi le forze dell’ordine hanno iniziato ad eseguire controlli ancora più stringenti”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza