Oltre 500 decessi in più

Morti inspiegabili, sindaci chiedono confronto. Baldino: “Avviata indagine più completa”

4 aprile 2020

Si è aperto il dibattito sull’analisi che i sindaci del territorio piacentino hanno effettuato nei giorni scorsi e da cui emerge un dato anomalo sui decessi nella provincia di Piacenza. Sul tragico bilancio pesano 502 vittime in più a marzo nella nostra provincia che restano al momento senza spiegazione perché non ricondotte, ufficialmente, al Covid19. I primi cittadini hanno messo a disposizione di Ausl e Regione i dati raccolti per avviare un’indagine più approfondita. Il direttore generale di Ausl Luca Baldino, che ha definito il metodo utilizzato “un po’ grezzo”, si è reso disponibile ad avviare un’ulteriore analisi: “Ci siamo attivati subito per valutare questi dati con un metodo scientifico corretto – spiega il dirigente – sono dati molto importanti che devono essere indagati ma con una metodologia scientifica attenta e precisa”.

“Ci siamo messi a disposizione per un confronto costruttivo – ha aggiunto il presidente della Provincia e sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri – senza fare polemiche, però si tratta di un dato importante e vogliamo sapere sia per noi amministratori che per i cittadini”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza