Emergenza sanitaria

“A Pontenure servono olio, tonno e farina per i più poveri”. I punti di raccolta

5 aprile 2020

Olio di oliva, tonno in scatola, passata di pomodoro, dadi, zucchero e farina. Di questo hanno bisogno le famiglie povere che vivono a Pontenure: l’appello arriva dal parroco don Mauro Tramelli, che invita la cittadinanza a raccogliere i prodotti alimentari di prima necessità direttamente nei cesti della Caritas collocati all’ingresso del supermercato Conad del paese oppure all’interno della chiesa (alla destra dell’altare, sotto la cappella della Madonna del Rosario).

Anche e soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria ed economica, infatti, la Caritas di Pontenure continua a occuparsi della distribuzione dei viveri, in sinergia con i servizi sociali, a sostegno delle persone più fragili e bisognose. Le borse con i generi alimentari vengono recapitate nelle abitazioni con una sorpresa preziosa: mascherine protettive realizzate a mano da una pensionata del posto, che le regala a chi si trova in difficoltà.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Nure