Sandro Fabbri

“Dopo un mese di cure sono a casa, medici mi hanno salvato la vita”

13 aprile 2020

Anche l’ex direttore di Arpae di Piacenza, oggi presidente della commissione regionale per il decommissioning della centrale di Caorso, è stato colpito dal Coronavirus e dopo un mese di battaglia e il ricovero in terapia intensiva è apparso sul suo profilo social di Facebook da cui ha voluto ringraziare tutto il personale medico e infermieristico per avergli salvato la vita: “Finita la prima battaglia, la più difficile, durata un mese all’Ospedale di Castel San Giovanni- spiega- ora sono a casa. Questo è stato possibile grazie al paziente e professionale lavoro dei medici e dell’instancabile impegno del personale infermieristico che ha sempre mostrato disponibilità, cortesia e competenza.
Adesso ci sono altre battaglie da sostenere, forse meno complicate della prima, ma che affronterò con la stessa determinazione. In un mese di lontananza è stato molto importante sentire la vicinanza di molte persone e di mia moglie che ha vissuto con molta preoccupazione questa storia. Cosa devo dire ancora, eh già io sono ancora qua; forza e coraggio per chi sta lottando. Grazie a tutti”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza