Venturi ammette: “Piacenza paga la mancanza di restrizioni all’inizio dell’epidemia”

13 Aprile 2020

“Piacenza ha affrontato l’ondata di piena dell’epidemia senza tutte le misure di distanziamento sociale e blocco produttivo attuate successivamente”. Le parole del commissario regionale all’emergenza Coronavirus Sergio Venturi suonano quasi come un mea culpa: “La provincia piacentina ha avuto benefici più ritardati rispetto al lockdown emiliano-romagnolo e nazionale, perciò sconta le conseguenze più nefaste dell’infezione, anche con quadri della malattia molto gravi”. Secondo Venturi lo stesso destino è toccato anche a Parma: “Non ci sono dubbi che in questi due territori il virus sia arrivato con una prepotenza e con un grado di infettività assolutamente maggiore rispetto al resto della regione”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà