Ponginibbi

Nuove automobili donate all’Asl: “Visite domiciliari ancora più capillari”

16 aprile 2020

Il “motore” delle squadre sanitarie anti-Covid spingerà ancora più forte. Letteralmente. L’Ausl di Piacenza ha infatti ricevuto in donazione due automobili nuove fiammanti consegnate dalla concessionaria Ponginibbi insieme alla ditta Matelda Srl e dall’azienda Lpr. Un gesto di solidarietà che dà un supporto concreto alle unità speciali di continuità assistenziale, ovvero le equipe mediche che si recano nelle abitazioni per curare gli infetti e prevenire gli stadi più critici della malattia. Gli operatori impegnati nelle attività di diagnosi e terapia casa per casa, così, potranno disporre di ulteriori mezzi motorizzati con cui battere il territorio a tappeto. È questa la precisa richiesta degli imprenditori dal cuore d’oro che hanno regalato due Peugeot 2008 al sistema sanitario piacentino: “Abbiamo raccolto l’appello del professor Luigi Cavanna e dei suoi colleghi che effettuano gli interventi domiciliari contro il coronavirus – spiegano Cristina e Giacomo Ponginibbi, responsabili della concessionaria Ponginibbi – decidendo di sostenere i team medici con la fornitura di due vetture dal valore totale di oltre 30mila euro. Questo lavoro avviato sul nostro territorio è fondamentale per sconfiggere il prima possibile l’epidemia da Covid-19, ormai un incubo quotidiano soprattutto per i malati, i loro parenti e chi non ce l’ha fatta. L’augurio è che la donazione delle Peugeot 2008 contribuisca a rendere ancora più incisiva l’opera capillare di prevenzione”.

SCONFIGGERE IL VIRUS ANTICIPANDO LE SUE MOSSE – Anche Matteo Magnani della Matelda Srl, ditta piacentina specializzata nel trasporto di merci, ha risposto presente all’sos benefico: “Abbiamo scelto di sostenere l’acquisto di nuove auto destinate alle visite casa per casa per far fronte all’emergenza coronavirus. Si tratta di un servizio davvero importante per mettere fine all’allerta in corso, scovando in anticipo i casi di positività direttamente tra le mura domestiche”. La consegna dei mezzi è avvenuta ieri pomeriggio (15 aprile) davanti alla sede del pronto soccorso in via Anguissola, alla presenza del direttore generale dell’Asl di Piacenza Luca Baldino, il coordinatore del 118 Stefano Nani e altri rappresentanti del personale sanitario. “Più si riesce a intervenire a domicilio precocemente e meglio è”, ha confermato Baldino ringraziando gli imprenditori per l’azione di solidarietà. Le auto saranno modificate con sirene, catarifrangenti, adesivi e sistemi di radiocomunicazione. «Entro una decina di giorni – ha specificato Nani – saranno operative sul campo, anche in supporto al 118″.

MILLE PAZIENTI VISITATI A CASA – Fino ad oggi, le unità speciali di continuità assistenziale hanno intercettato quasi un migliaio di pazienti fra quelli a domicilio e quelli residenti nelle case per anziani. Complessivamente il servizio conta su venti medici in azione casa per casa dalle 8 del mattino fino alle 20 di sera, più altri cinque che organizzano le chiamate e quindi le uscite delle squadre. Le segnalazioni arrivano dai medici di famiglia.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza