Dopo il lockdown

Prima domenica di “semilibertà”, le famiglie scelgono le camminate in Valtidone

10 maggio 2020

Dopo due mesi di confino stretto, durante i quali ognuno ha sostanzialmente vissuto recluso nella propria abitazione, quella di oggi è stata la prima domenica di “semi libertà”. Ciclisti e podisti che hanno ripreso a percorrere il Sentiero del Tidone. Chi ha potuto ne ha approfittato per immergersi nella natura, avventurandosi lungo uno dei tragitti naturalistici più battuti: i 69 chilometri di percorso che costeggiano tutta l’asta del Torrente Tidone, dalla sorgente sull’Appenino pavese fino al fiume Po. Per molti è stata una vera e propria bocca d’ossigeno. In tutte le campagne delle valli piacentine si è registrato un notevole afflusso di camminatori e ciclisti: stando a quanto raccolto, sono state rispettate le prescrizioni imposte dalle normative anticontagio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Tidone