Il giorno più atteso: oggi zero morti, non accadeva dal 27 febbraio. I contagiati sono solo 5

17 Maggio 2020

Era una notizia attesa da settimane e finalmente si è materializzata oggi, domenica 17 maggio: nessuna vittima da Covid-19 a Piacenza e provincia. L’ultima data senza decessi fu il 27 febbraio, esattamente 80 giorni fa.
E a conferma del fatto che l’epidemia da Coronavirus sia sempre più debole nel nostro territorio c’è un altro dato: solo 5 nuovi piacentini contagiati.
Il bilancio resta comunque molto pesante (933 decessi e 4.422 infetti ufficiali dall’inizio dell’emergenza, scattata il 21 febbraio), ma il nostro territorio si può preparare con un minimo di tranquillità alle riaperture previste per domani di bar, ristoranti, negozi, parrucchieri ed estetisti.

Il primo morto riferibile a Piacenza è del 26 febbraio, quando si spense all’ospedale di Parma un cittadino lodigiano che venne inizialmente ricoverato nel nostro ospedale.
Il giorno dopo, 27 febbraio, fortunatamente non si registrò alcun decesso, ma fu l’ultima volta sino a oggi. Il 28 febbraio un cittadino lombardo di 85 anni morì all’ospedale di Piacenza, diventando il secondo deceduto collegato al Coronavirus in Emilia Romagna. Il giorno successivo, i decessi furono due, tra cui una 81enne piacentina: la prima non lodigiana a perdere la vita per Covid19.
Partì una drammatica escalation di decessi, che visse il momento più drammatico il 22 marzo con 33 morti in un solo giorno. Fino al primo aprile il numero di decessi giornalieri restò costantemente sopra quota 20, mentre per tornare sotto i 10 bisognò attendere il 29 aprile.
Negli ultimi giorni un ulteriore rallentamento, fino all’atteso zero di oggi.
Occorre precisare che i numeri dei decessi riferiti a Piacenza, forniti dalla Regione in raccordo con l’Asl, tengono conto di coloro che si sono spenti negli ospedali piacentini, ma anche di coloro (non solo residenti della nostra provincia, ad esempio numerosi lodigiani) inizialmente ricoverati nel nostro territorio e poi spostati in altre strutture sanitarie in Emilia Romagna.

Un andamento molto più altalenante ha caratterizzato il bollettino quotidiano dei nuovi contagiati piacentini da Coronavirus, legato inizialmente alla spaventosa diffusione dell’epidemia e più recentemente al numero di tamponi effettuati, notevolmente cresciuto con il passare del tempo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà