Il 4 luglio

Fiera di Sant’Antonino, il sindaco Barbieri: “Si fa solo se in sicurezza”

15 giugno 2020

Mancano poco più di due settimane al 4 luglio, data in cui la città di Piacenza festeggia il proprio Patrono, Sant’Antonino. Una tradizione che per i piacentini è scandida dall’arrivo della fiera sul Pubblico Passeggio. Quest’anno, a causa dell’emergenza Coronavirus, la manifestazione è in forse e il Comune non ha ancora deciso sul da farsi. Troppe sono le questioni da non sottovalutare. Il sindaco Patrizia Barbieri, oggi, 15 giugno, in consiglio comunale, è stata chiara: “La fiera si fa se si riesce a fare in sicurezza”. Il primo cittadino ha aggiunto: “E’ importantissimo tutelare anche chi ha la legittima necessità di tornare a lavorare, ma senza trascurare tutti gli aspetti relativi all’emergenza”.

Antonio Levoni di Liberali piacentini auspica la realizzazione della fiera e ha proposto un itinerario che possa garantire piena sicurezza. “Possiamo contare su piazza Sant’Antonino, piazza Duomo, piazza Cavalli e piazza Cittadella – spiega Levoni – per la prima volta la fiera potrebbe snodarsi su un percorso non tradizionale, ne gioverebbe anche il centro storico, più coinvolto rispetto al passato”.

Massimo Trespidi capogruppo di Liberi non è d’accordo e invita alla prudenza: “Al di là delle modalità dico che il distanziamento se vale ancora come principio che predichiamo per bar e ristoranti, trovo difficile che si possa rispettare questa modalità. Non mi convince la proposta di Levoni di frazionare la fiera. Su questo argomento sarebbe stato opportuno un confronto in commissione. Siamo un Paese strano perché ci preoccupiamo della fiera di Sant’Antonino quando abbiamo scuole e università chiuse”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE