Covid, ieri una vittima: ora sono 965. “Raccolte due tonnellate di generi alimentari”

23 Giugno 2020

I cinque giorni consecutivi della scorsa settimana, quando a Piacenza ha visto azzerassi il numero delle vittime da Covid-19, aveva illuso tutti quanti. Anche ieri, per il secondo giorno di fila, il numero complessivo delle vittime si è incrementato di una unità: ora sono 965 da inizio pandemia.

Uno anche il numero dei nuovissimi infetti: nonostante il bilancio complessivo pauroso, sono 4.537 le persone della nostra provincia ad essere entrati in contatto con il Coronavirus, in questo caso i dati forniscono discrete possibilità di ottimismo per i mesi a venire.

E con riguardo invece ai mesi passati, quelli caratterizzati dalla chiusura totale, si è espressa il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri. Con un post pubblicato su Facebook, il primo cittadino ha spiegato qual è stata in concreto la vera forza di una comunità.

“Nella fase più critica dell’emergenza sanitaria, per aiutare in modo concreto le famiglie in difficoltà che non beneficiavano di altre forme di sostegno economico, abbiamo lanciato il progetto “La solidarietà va spesa”.

Oggi possiamo dire, con un certo orgoglio, che sono stati raccolti 2.705 kg di prodotti tra generi alimentari, per l’infanzia e per l’igiene, che hanno sorretto 30 nuceli familiari nel momento del bisogno.

Si è trattato di uno straordinario lavoro di squadra, come ha sottolineato l’assessore ai servizi sociali Federica Sgorbati ringraziando i cittadini che hanno messo nel carrello della spesa qualcosa per qualcuno che nemmeno conoscevano, i volontari e le associazioni come Protezione Civile, Croce Rossa, Caritas Diocesana, Csv Emilia ed Emporio Solidale (a cui andranno tutti i prodotti non distribuiti), ma anche i supermercati Galassia, Conad, Sigma, MD e i negozi Tigotà”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà