A Travo in 300 per il test lampo sul Covid-19, diversi anche da altri comuni

19 Agosto 2020

Coda davanti alla pubblica assistenza di Travo con persone provenienti anche da altri comuni della provincia. Per i residente esame gratis, mentre gli altri pagano 30 euro e in 15 minuti hanno il risultato del test sierologico che ti dice se sei negativo o se suona un “campanello d’allarme” da verificare poi con il tampone all’Ausl. L’idea, proposta per lo screening a tappeto dal Comune di Travo, con un laboratorio privato, funziona, tanto che sono già stati fatti 300 esami. E di questi,due sono le persone positive, attualmente contagiose. Altre tredici invece avevano un valore da verificare, ma non preoccupante, forse legato a vecchie infezioni. In generale si tratta di persone asintomatiche. Finché ci sarà richiesta, il laboratorio andrà avanti a garantire i prelievi venosi a Travo, analizzati istantaneamente:

“L’appello che rivolgo a tutti i miei concittadini è sottoporsi in massa a questi test, dobbiamo capire quale sia il livello di anticorpi nella popolazione, anche per prepararci a una seconda possibile ondata di contagi”, precisa il sindaco Lodovico Albasi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà