Alta Val Trebbia

Ritorno alla vita in montagna: a Ottone nove richieste di residenza in tre mesi

31 agosto 2020

La frenesia della città o il lockdown vissuto tra le mura di un appartamento, potrebbero aver scatenato la voglia di andare a vivere in zone incontaminate. Nove persone tra i mesi di maggio e luglio, hanno fatto richiesta di residenza a Ottone. Quest’estate il comune dell’alta Val Trebbia ha registrato la presenza di numerosi turisti. Ottone e Zerba sono gli unici due comuni del Piacentino a non aver registrato casi di Covid.

“L’estate è andata molto bene – ha commentato il sindaco di Ottone, Federico Beccia -; sono contento perché le nostre attività produttive hanno lavorato, noi abbiamo concesso gli spazi che i commercianti ci hanno richiesto. Sono felice perché temevamo che potesse essere un’annata disastrosa. Inoltre abbiamo avuto boom di richieste di residenza, nove in tre mesi, non ce lo aspettavamo. La gente probabilmente percepisce che i paesi come il nostro rappresentano una realtà protettiva. Chi ha fatto richiesta arriva da città come Piacenza e Pavia. Siamo molto contenti di questa scelta. Sul fronte Covid sono stati effettuati test rapidi sabato scorso alla popolazione e alla casa di riposo, tutti sono risultati negativi. Restiamo comunque con le orecchie tese perché ottobre si avvicina, vogliamo essere prudenti”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE