La scuola dell’infanzia intitolata alla maestra scomparsa per Covid

15 Settembre 2020

“Ti dedicherò ogni mio traguardo, ogni mia conquista, perché tu hai sempre creduto in me. Mi dispiace per quei bambini che non potranno averti come maestra”. Sono le toccanti parole uscite dal cuore di una ex alunna di Maria Grazia Modenesi, la maestra morta ad aprile a causa del Coronavirus, a soli 55 anni. Oggi, 14 settembre, la scuola dell’infanzia di San Nicolò è stata dedicata alla memoria dell’insegnante scomparsa. Un’iniziativa dell’Istituto comprensivo, Prefettura, Istituto scolastico provinciale e comune di Rottofreno. “E’ un modo per ricordare chi compie fino in fondo il proprio dovere. La maestra ha lasciato il segno nella vita della nostra comunità – spiega il sindaco Raffaele Veneziani – non siamo qui per celebrare un’assenza, ma per consacrare una presenza che resterà eterna”.

Alla cerimonia, particolarmente toccante, erano presenti la mamma, il marito e il figlio della docente: “La cosa più bella di oggi è stato vedere i bambini leggere alcuni pensieri su mia madre, a testimonianza del fatto che ha lasciato un segno importante”, ha spiegato commosso il figlio, Luca Cignatta.

Prima del taglio del nastro, infatti, gli alunni di Maria Grazia Modenesi, hanno letto al microfono alcuni messaggi dedicati all’insegnante: “Grazie per tutto quello che mi hai insegnato, mi mancano i tuoi sorrisi; Ho imparato da te che se c’è uno sbaglio bisogna correggerlo e poi si va avanti; Ti voglio bene Grazia”. Questi solo alcuni dei pensieri che sono poi stati depositati in una scatola posta all’ingresso della scuola accompagnata dalla foto della maestra e dalla scritta: “Ho imparato da te”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà