Covid, Baldino: “Massima allerta, prossime settimane decisive”

07 Ottobre 2020

L’Ausl ha presentato la situazione epidemiologica nel Piacentino nella consueta conferenza settimanale. I tamponi effettuati la settimana scorsa sono stati circa 5mila: 98 positivi (2,1 percento). Il 59 percento è asintomatico, il 46 percento è basso positivo, questo dato è il più alto del resto della regione. Potrebbero essere persone che hanno avuto il virus in passato oppure che hanno da poco contratto il virus. I casi positivi sono: 23 percento Usca, contaci tracing 22 percento, in ospedale 19 percento. Nove casi sono stati trovati nelle Cra, tutti bassi positivi. Anche tra i ricoverati ci sono bassi positivi. La carica virale è più alta nel contact tracing e Usca. I dati fanno emergere una nuova curva epidemica. Stanno scomparendo i casi importati da altre regioni per le vacanze. Il dato di Piacenza: 52 positivi, su 98, sono in città. Per questo l’Azienda sanitaria ha chiesto al sindaco di introdurre l’obbligo di mascherina all’aperto.

“La situazione dell’ospedale è tranquilla – spiega il direttore generale di Ausl, Luca Baldino – un paziente è in terapia intensiva ma è guarito, i ricoveri con Covid sono 23, cinque hanno polmonite da Covid, quattro erano casi non noti, (tre non avevano medici di medicina generale), uno arrivava dalle Usca. I decessi complessivi sono stati 993″. Il trend dei contagi è sempre in crescita. Si è registrato un aumento dei casi significativo anche all’inizio di questa prima settimana di ottobre. “Bisogna capire se nelle prossime settimane ci sarà sarà una crescita lineare o esponenziale ma è presto per dirlo” – ha dichiarato Baldino che aggiunge: la situazione è di massima allerta. Nelle aree dell’ospedale in cui ci sono pazienti con Covid sono state sospese le visite per 15 giorni. Stiamo lavorando alle terapie intensive e per trovare altre strutture oltre a Cortemaggiore e San Polo per ospitare chi non può trascorrere la quarantena a casa. Ne abbiamo individuate altre due. Sappiamo che se i positivi continuano ad aumentare arriveranno i ricoveri. In caso di febbre, tosse, assenza di olfatto e gusto, occorre segnalare immediatamente la situazione al medico di medicina generale”.

Anche le attività delle Usca sono in crescita: 150 sono stati gli interventi, 1.063 sono le persone in isolamento e le quarantene per contatti stretti sono quasi raddoppiate e ammontano a 664. Le persone positive al Covid in isolamento sono 241. Calano invece gli isolamenti di persone rientrare da aree a rischio.

La situazione epidemiologica nel Piacentino

© Copyright 2021 Editoriale Libertà