Coronavirus, 35 nuovi casi di positività nel Piacentino: 14 sintomatici. L’indice RT è di 0,84

09 Ottobre 2020

Rimangono alti i contagi da coronavirus nella provincia di Piacenza: 35 nuovi casi si cui 14 sintomatici. Una escalation che dal 1° ottobre non accenna a calare: 230 nuovi positivi in 9 giorni.

REGIONE – In regione, su oltre 10.700 tamponi , i nuovi casi positivi sono 276, di cui 126 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. +90 guariti, indice regionale di trasmissione RT pari a 0,84 (1,06 quello medio nazionale). Effettuati anche oltre 2.800 test sierologici. I casi attivi salgono così a quota 5.609 (+185), di cui circa il 95% con sintomi lievi in isolamento a casa. Da registrare anche un nuovo decesso, in provincia di Ferrara, che porta il totale regionale a 4.493. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 36.914 casi di positività.

PIACENZA – Per quanto riguarda Piacenza e provincia, su 35 nuovi positivi 18 sono stati individuati tramite contact tracing, 4 da tamponi in pronto soccorso, 7 per sintomi, 2 da tamponi in reparti ospedalieri, 1 screening in residenza Cra, 1 importato dall’ estero (Ucraina). Su 2, infine, si stanno svolgendo accertamenti sull’origine del contagio.

INDICE RT – L’indice di trasmissione RT in Emilia-Romagna è inferiore a uno: 0,84 rispetto a quello medio nazionale di 1,06. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,9 anni.

ISOLAMENTO A CASA – Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.369 (+190 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi. Sono 14 i pazienti in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri), scende invece il numero di quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 226 (-6).

GUARIGIONI – Le persone complessivamente guarite salgono a 26.812 (+90 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 26.805 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

PROVINCIA PER PROVINCIA – Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.275 a Piacenza (+35, di cui 14 sintomatici), 4.459 a Parma (+28, di cui 13 sintomatici), 5.993 a Reggio Emilia (+48, di cui 31 sintomatici), 5.138 a Modena (+52, di cui 28 sintomatici), 6.623 a Bologna (+29, di cui 20 sintomatici); 597 casi a Imola (+2, di cui 1 sintomatico), 1.515 a Ferrara (+26, di cui 5 sintomatici); 1.880 a Ravenna (+11, di cui 7 sintomatici), 1.492 a Forlì (+20, di cui 13 sintomatici), 1.192 a Cesena (+9, di cui 7 sintomatici) e 2.750 a Rimini (+16, di cui 11 sintomatici).

“Oggi siamo tra le regioni italiane meno colpite – ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, in conferenza stampa via Facebook -, con un rapporto tra numero di casi positivi e tamponi effettuati del 2,5%. La quasi totalità dei positivi è al proprio domicilio o in strutture alberghiere di accoglienza – ha proseguit l’assessore -.Abbiamo prevalentemente focolai di tipo familiare, qualche caso sporadico di focolai in realtà produttive ma non specifici su settori merceologici. Qualche caso di positività d ritorno dall’estero e qualcun’altro in Rsa, scoperti grazie agli screening. Un dato importante ai fini del contenimento delal diffusione del virus è che il 50% dei positivi in Emilia-Romagna già in isolamento all’atto della scoperta della positività”.

Parlando di scuole Donini ha riportato qualche dato: “Ad oggi abbiamo 460 casi (400 studenti, prevalentemente delle superiori e universitari e 60 tra insegnanti e personale Ata) in 340 scuole con almeno un episodio di positività”.

“Le azioni che stiamo mettendo in atto per contrastare il nuovo picco sono tre – ha concluso Donini -: la capacità di testare con tamponi naso-faringei (con una media di 10mila al giorno, quando a marzo erano meno di 3mila), con test sierologici (circa 2000 al giorno), e il contact tracing”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà