A ottobre 2.055 contagi e 12 morti. Occupati in soli tre giorni i 40 posti-Covid in clinica

01 Novembre 2020

Una curva in costante crescita. La diffusione del Coronavirus nel nostro territorio non accenna a rallentare. Ieri, 31 ottobre, è stato raggiunto il record di contagiati, dall’inizio dell’emergenza: 191 casi in più rispetto al giorno precedente, di cui 61 con sintomi.
Nel solo mese di ottobre si sono registrati, nel Piacentino, 2.055 contagi e 12 decessi. Questi i numeri, poco confortanti, del bollettino sanitario della Regione. Le infezioni totali hanno raggiunto quota 7.100, da quando è cominciata la pandemia.

Ieri si sono registrati due nuovi decessi: due uomini di 90 e 93 anni, che portano il dato complessivo a 1.005 vittime. Sempre a livello locale, in terapia intensiva restano ricoverati sette pazienti: due in meno. In Emilia-Romagna si sono registrati 2.046 casi di positività in più rispetto al 30 ottobre.

GIÀ OCCUPATI I PRIMI 40 POSTI ALLA CLINICA SANT’ANTONINO
Visto l’andamento della pandemia nel nostro territorio, non c’è da stupirsi, quindi, che in soli tre giorni siano stati occupati tutti i 40 letti messi a disposizione al secondo piano della casa di cura Sant’Antonino per i pazienti Covid provenienti dall’ospedale cittadino. “Rispetto a marzo hanno un’età media più bassa e si hanno percentuali molto inferiori di pazienti gravi”, spiega il direttore sanitario, Giuseppe Civardi.
L’aumento dei ricoveri non è per lui un evento inatteso: “Purtroppo l’estate ha portato un rilassamento nel proseguire con le precauzioni consigliate”.
La clinica, diventata centro Covid, è pronta a mettere a disposizione anche il primo piano con ulteriori 40 posti letto. Tutti gli altri degenti sono stati invece precedentemente trasferiti nella casa di cura Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà