Intascavano la caparra e scomparivano: presunte truffatrici a processo

25 Novembre 2020

La storia di due donne accusate di aver truffato una decina di uomini di nazionalità ecuadoriana è finita in tribunale. Secondo l’ipotesi accusatoria le due donne, una piacentina e una ecuadoriana (entrambe quarantenni) avrebbero spiegato alle presunte vittime di avere in mano automobili di ditte fallite che dovevano essere messe all’asta e vendute a poco prezzo.

A questo punto le due donne chiedevano ai possibili acquirenti un semplice acconto di mille o duemila euro. “Consegneremo successivamente le vetture” avrebbero assicurato. Promesse che puntualmente non venivano mantenute. Il denaro, invece, lo avrebbero intascato e la presunta truffa ammonterebbe complessivamente a circa 20mila euro. I fatti sarebbero avvenuti qualche anno fa a Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà