Controlli anti Covid, multati 47 cittadini. Due locali chiusi e tre sanzionati

30 Novembre 2020

Due locali provvisoriamente chiusi e tre sanzionati, 47 cittadini multati e uno denunciato: è il bilancio dell’ultima settimana dei controlli anti Covid, predisposti e intensificati in città e provincia dal Comitato per l’ordine la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Daniela Lupo. I controlli sono stati 577, le persone identificate 1.396 e 184 gli esercizi commerciali oggetto di verifiche.
Nel solo fine settimana sono state controllate 516 persone e 87 attività e sanzionati 33 soggetti e 3 esercizi commerciali.

L’attività ha coinvolto polizia di Stato, carabinieri – con un incremento strutturale in organico di 30 unità – e guardia di finanza, con il supporto delle Specialità e del reparto prevenzione e crimine della polizia di Stato, dei militari delle Compagnie di intervento operativo (C.I.O.) dei Carabinieri ed in concorso con i servizi disposti dalle Polizie locali del territorio, con l’ausilio, nel fine settimana, anche di pattuglie appiedate.

“Forte è il senso di responsabilità manifestato dalla comunità piacentina – si legge in una nota della prefettura – se si sono verificati isolati casi di mancato rispetto delle normative che sono stati stigmatizzati dalle fonti di informazione”

La prefettura ricorda inoltre che il fine settimana è stato caratterizzato da due importanti eventi per la cultura avvenuti nel rispetto delle normative anti Covid: il ritorno del Ritratto di Signora di Klimt e l’esposizione dell’Ecce Homo a Palazzo Galli.

“Un Cristo “pietoso” che condivide e fa suo il dolore degli uomini di questo tempo, il nostro dolore – scrive la prefettura -. Un grazie, per l’emozione e per le riflessioni che il volto del Cristo ha suscitato, con la potenza della grande arte, in felice coincidenza con l’inaugurazione dell’esposizione di un altro tesoro artistico della città di Piacenza: il “ritratto di signora” di Klimt, finalmente restituito all’ammirazione del pubblico con le modalità consentite atteso il perdurare dello stato di emergenza sanitaria”.
.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà