Serve uno spritz a un amico, locale chiuso per 5 giorni: “Ho sbagliato”

05 Dicembre 2020

È costato caro a un barista piacentino servire uno spritz nel locale. Chiusura per 5 giorni e multa da 400 euro è quello che si è visto recapitare Claudio Giovilli, titolare di un bar aperto in largo Matteotti, quattro giorni prima che la nostra regione cambiasse colore, sancendo così la chiusura di bar e ristoranti al pubblico. Le forze dell’ordine hanno infatti messo i sigilli al locale dopo aver sorpreso il barista a servire uno spritz a una persona all’interno del locale.

“Ho sbagliato perché se la legge ti dice di far così devi farlo – spiega Giovilli – però non è facile far rispettare le regole: molta gente non capisce che deve consumare all’esterno e a me francamente spiace dover buttar fuori i clienti. Per quanto riguarda l’altro giorno, è venuto al bar un amico: ho sbagliato e quindi pago”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà