Turismo, 2020 anno nero. Per le agenzie lavoro crollato: “C’è chi prenota ora per l’estate 2021”

05 Dicembre 2020


Il divieto di spostarsi imposto dai decreti anti contagio provoca in molti amanti dei viaggi la necessità di evadere e pensare già al 2021. Così, all’agenzia “Viaggi dello Zodiaco” di Piacenza c’è chi prenota già per la prossima primavera-estate, le mete restano tra i confini nazionali, al mare o in montagna. Il rilancio del comparto passa anche attraverso la creazione di corridoi covid free verso alcune destinazioni, come le Maldive. Meglio guardare al futuro perché per il turismo è stato un anno disastroso e di conseguenza anche per le agenzie che si occupano di viaggi. Il lavoro è calato anche dell’80 percento, i ristori stanno arrivando ma non saranno sufficienti a compensare un anno nero.

“In questo periodo stiamo lavorando con le aziende che prenotano viaggi di lavoro per i propri dipendenti – spiega Daniele Cerioni, presidente dell’agenzia “Viaggi dello Zodiaco” – ma l’organizzazione è complicata per le normative che variano da Stato a Stato ed è sempre tutto in evoluzione. Stavamo organizzando le crociere ma il nuovo dpcm le ha bloccate dal 21 dicembre fino al 6 gennaio. Poi ci sono persone che guardano al futuro e prenotano per il 2021 con l’auspicio che il miglioramento dell’emergenza sanitaria possa allargare le destinazioni turistiche. Al momento le prenotazioni sono ancora in Italia per mare e montagna. Con il nuovo decreto che impedisce gli spostamenti tra regioni nel periodo natalizio e anche tra comuni nelle zone rosse e arancioni, è davvero difficile parlare di vacanze e di turismo in generale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà