Gli hospice e le emergenze Caritas: Editoriale Libertà torna ad aiutare Piacenza

19 Dicembre 2020

L’Editoriale Libertà, assieme ai suoi lettori, scende in campo, ancora una volta, per far fronte alle gravi conseguenze create dell’emergenza Covid nel tessuto sociale piacentino. L’iniziativa “Libertà per Piacenza” vede l’apertura di un conto corrente per raccogliere fondi che saranno destinati al sostegno degli hospice di Piacenza e di Borgonovo e al potenziamento dei servizi Caritas per rispondere alle situazioni di emergenza. Chi deciderà di donare potrà destinare i fondi all’una o all’altra causa.

La presidente di Editoriale Libertà, Donatella Ronconi, ha così scelto di affiancare l’iniziativa “Insieme Piacenza” nata lo scorso luglio e promossa da Fondazione di Piacenza e Vigevano, Comune di Piacenza, diocesi di Piacenza-Bobbio e Crédit Agricole. Il progetto – aperto a qualsiasi ingresso in qualsiasi momento – era stato messo nero su bianco in risposta ai bisogni emersi nei primi tre mesi di emergenza Covid, in particolare a quelli provocati dal lockdown. “Libertà vuole essere parte delle iniziative per l’aiuto alla collettività piacentina – ci tiene ad evidenziare la presidente Donatella Ronconi -, collettività che ha molto sofferto in questo difficilissimo anno. L’obiettivo – prosegue la presidente – è quello di aiutare gli ultimi e i penultimi che hanno subito le più gravi conseguenze del virus. Ecco perché scendiamo al fianco di Piacenza, dei suoi cittadini e di tutta la collettività”.

Per contribuire alla raccolta fondi “Libertà per Piacenza” esiste un solo modo di donare: il bonifico bancario. Per ragioni di tracciabilità sono stati dunque esclusi il denaro contante così come gli assegni.
Chi desidera donare deve fare quindi un bonifico bancario sul conto corrente aperto al Crédit Agricole e intestato a Editoriale Libertà. L’iBan è IT44I0623012601000032388125. Le causali sono due a seconda della volontà del donatore. O “pro hospice” se si vogliono sostenere gli hospice di Piacenza e Borgonovo, o “pro Caritas” se si vogliono sostenere i servizi di emergenza della Caritas. Si può anche non inserire alcuna causale. In tal caso la somma verrà ripartita a metà. Il conto corrente è attivo dunque si può donare già da oggi, 19 dicembre.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà