Ventilatori polmonari acquistati con i fondi della sottoscrizione di Libertà

26 Giugno 2020

Un milione e 94mila euro per la sanità piacentina regalati dal buon cuore della città, che nei giorni più neri del Covid si è mobilitata per dare ossigeno supplementare alla “macchina” messa sotto pressione dal virus. La sottoscrizione lanciata a marzo dall’Editoriale Libertà aveva un nome in codice: IT73G0623 012601000032269604, il numero di conto corrente messo a disposizione da Crédit Agricole per le donazioni. E oggi quel codice ci svela il “tesoro” che è stato possibile acquistare per gli ospedali piacentini. Gran parte del denaro raccolto è stato destinato a macchinari per aiutare la ventilazione polmonare, problema numero uno durante i giorni della grande paura a marzo e aprile.
Ossigeno, dunque, non solo in senso metaforico.

“Coi macchinari acquistati – spiega il primario di pneumologia, Cosimo Franco – possiamo garantire a tutti i pazienti che abbiano problemi respiratori, non solo Covid, di essere curati in reparto, al di fuori della rianimazione, al di fuori delle sale operatorie dove ci siamo dovuti ‘allargare’ durante l’emergenza”.

Una dotazione extra, quella acquisita grazie alla generosità di chi ha risposto all’appello di “Libertà”, che però andrà ad arricchire tutti gli ospedali piacentini, e non solo pneumologia. Per la sanità piacentina – prosegue il dottor Franco – quei macchinari in più sono la garanzia che se i numeri dovessero tornare a salire ci sarebbero più opzioni. Saremmo in grado di trasformare in tre ore la pneumologia in un intero reparto di terapia intensiva”. Lo stesso meccanismo virtuoso di Pneumologia si potrà applicare ad altri reparti degli ospedali piacentini grazie alla dotazione extra arrivata con la donazione. Il totale di chi ha risposto alla sottoscrizione è di 2.540 soggetti, la donazione media è stata di 429,5 euro.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà