Sostenibilità e digitale: contributi a tre idee piacentine per l’era post-Covid

15 Gennaio 2021

La Regione Emilia-Romagna ha destinato 45mila euro complessivi a tre progetti piacentini che uniscono socialità, aree verdi e digitale. Gli aggiudicatari dei finanziamenti sono i comuni di Ziano, Vigolzone e Sarmato, rispettivamente con le iniziative “La sostenibilità al centro”, “Collaboriamo per il 2030” e “Riavviamo il futuro post-Covid”.

La Regione ha infatti approvato la graduatoria del Bando partecipazione, in anticipo rispetto ai tempi previsti. Un atto che ha l’obiettivo di permettere ai destinatari di partire al più presto per la realizzazione dei percorsi partecipativi proposti. I progetti, che prenderanno avvio entro il 16 febbraio prossimo, riguarderanno in gran parte iniziative a vantaggio di giovani, digitalizzazione e sviluppo sostenibile. “Quest’anno vi è stato un record di progetti presentati per il bando partecipazione, tutti di alta qualità: una grande richiesta che è sinonimo di democrazia in salute – commenta l’assessore regionale al bilancio Paolo Calvano -. Abbiamo voluto dar una risposta in tempi celeri, in modo da poter far avviare tutte le iniziative il prima possibile e far procedere un processo di crescita istituzionale e sociale anche in sinergia con gli enti locali, per rendere i cittadini emiliano-romagnoli sempre più protagonisti nelle proprie comunità, nella massima trasparenza ed efficienza dei procedimenti”.

Tutte le province dell’Emilia-Romagna sono interessate da almeno un progetto. La liquidazione del finanziamento avverrà in due step: la prima tranche – pari al 10 per cento delle spese ammesse a contributo – sulla base della documentazione che attesti l’avvio dell’iniziativa, il secondo bonifico in fase di conclusione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà