Merce per 800 euro avvolta negli indumenti personali: operaio arrestato per furto

20 Gennaio 2021

Un altro lavoratore di Amazon “pizzicato” a rubare. Un operaio di 22 anni, di origini campane, residente in provincia di Pavia, che lavora presso lo stabilimento di Castel San Giovanni, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri per furto aggravato.

Il dipendente, alla fine del suo turno di lavoro, aveva nascosto, in una sacca in dotazione, tre hard disk esterni, un portafoglio da uomo, dodici batterie alcaline, una cassetta porta valori e un vetro temperato per smartphone, per un valore totale di circa 800 euro. Il materiale era stato avvolto nei suoi indumenti personali per eludere i controlli.

Il 22enne si è diretto all’uscita, ma è stato fermato dagli addetti alla sicurezza che avevano già notato movimenti anomali e che nel frattempo avevano avvisato il 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castel San Giovanni, che hanno provveduto a perquisire il dipendente, trovando, nella sua sacca in dotazione, le confezioni della merce completamente integre. Il giovane è stato portato in caserma e, dopo le formalità di rito, è stato arrestato per furto aggravato e trattenuto presso la camera di sicurezza della caserma di Via Beverora in attesa del rito direttissimo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà