Attesa terminata, partito il cantiere per la nuova traversa Mirafiori sul Trebbia

03 Marzo 2021

Dopo 12 anni da quando una piena del Trebbia la spezzò in due rendendola inutilizzabile, dopo tanti annunci e tante battaglie, l’ottocentesca traversa di Mirafiori sta per essere finalmente ricostruita: è iniziato in questi giorni il cantiere per il rifacimento della barriera sul fiume Trebbia tra le sponde di Rivergaro e Gazzola, che servirà a prelevare acqua per distribuirla nei campi durante la stagione irrigua. Un’opera da oltre 8,5 milioni di euro realizzata dal Consorzio di Bonifica e finanziata dal governo tramite il Piano Invasi: il grosso cantiere durerà quasi due anni.

Ad eseguire i lavori – diretti dall’ingegnere Chiara Celada con la collaborazione dell’ingegnere Debora Siviero – è la ditta P.A.C. di Bolzano, che si è aggiudicata la gara del Consorzio di Bonifica. Anche in questo caso si tratterà di una galleria drenante da sponda a sponda (recuperando i “monconi” risparmiati dalla piena del 2009) che darà acqua al rio Comune di Destra e di Sinistra attraverso una serie di altre dieci gallerie sotterranee che capteranno l’acqua che filtra tra la ghiaia dell’alveo. In base al cronoprogramma, ci vorranno ora 645 giorni per vedere l’opera ultimata.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà