Un vigile in più a Bobbio: “Dopo i focolai di Capodanno stop a feste”

04 Marzo 2021

“Forse più che un nuovo vigile, previsto nelle future assunzioni, servirebbe un operaio comunale in più. Anche perché sono messi a bilancio 150mila euro di mezzi, tra cui un trattore nuovo, a disposizione proprio degli operai. Ma se ci sono i mezzi e mancano poi le braccia, forse, non è funzionale”. La richiesta è del consigliere comunale Federico Bonini del gruppo “Lega per Salvini premier Bobbio”, il quale martedì sera, 2 marzo, in consiglio comunale è intervenuto anche sollecitando l’esigenza di un centro per giovani: “Sembrava fosse più celere e invece è slittato ancora, previsto ora nel 2022, un peccato, perché mi sta molto a cuore quel progetto”. Il sindaco Roberto Pasquali ha così replicato: “Volevamo realizzare il centro per giovani nell’area vicina al campo sportivo, ma ci sono stati degli imprevisti, non è possibile. Quindi stiamo cercando anche attraverso alcuni sopralluoghi l’area adatta. Ci vuole più tempo per studiare la soluzione migliore”. E poi Pasquali ha riavvolto il nastro, commentando per la prima volta il focolaio di Capodanno: “Meglio non mi esprima su alcuni giovani. Sono perplesso, sia pensando al periodo tra Natale e Capodanno, sia a certi venerdì e sabato sera. Quindi a maggior ragione penso che un altro agente di polizia locale serva e sia anzi una necessità impellente per arginare certi fenomeni che vanno contro ogni prevenzione del rischio di contagio, soprattutto ora che ci sono nuove varianti”

 

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ELISA MALACALZA SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA OGGI 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà