Monta la protesta: “L’ex mercato ortofrutticolo non va abbattuto ma preservato”

06 Marzo 2021

Un nutrito fronte di associazioni si è coalizzato contro l’abbattimento dell’ex mercato ortofrutticolo di via Colombo (fra quattro mesi) per farne un parcheggio nel quadro del progetto di Terre Padane e contro il “grave errore” di valutazione della Soprintendenza per cui il complesso, erroneamente definito “immobile” dalle Belle Arti  “non  presenta requisiti di interesse culturale”.
Sul mantenimento del bene storico si sono alleati Italia Nostra, Legambiente, Laboratorio Popolare della Cultura e dell’Arte di Piacenza e Comitato per la trasformazione dell’Ex Mercato in Cittadella della Cultura e dello Spettacolo di cui fanno parte undici realtà teatrali.
Di fronte ai cancelli serrati del mercato, si sono alternate tante voci per illustrare due iniziative immediate: anzitutto la richiesta di revisione del contestato parere della Soprintendenza, inoltre Italia Nostra ha segnalato dal 1° marzo il complesso di archeologia industriale come meritevole di entrare nella “Lista rossa” nazionale” che contiene l’elenco del patrimonio culturale italiano a rischio.
I DETTAGLI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà