Vaccini al palazzetto: “Cittadini di Calendasco a rischio, tutti coperti”

28 Marzo 2021

“E’ stato soprattutto il clima a colpirmi: molti dei nostri anziani hanno approfittato di questa opportunità a poche centinaia di metri da casa. Alcuni di loro non avevano ancora proceduto alla prenotazione nelle scorse settimane quasi per timore di doversi recare a Piacenza, mentre invece hanno aderito a questo ambulatorio di prossimità per il quale voglio ringraziare in primis l’Azienda Sanitaria Locale, ma anche gli uomini della Protezione Civile e i tesserati della Polisportiva Libertas Calendasco che hanno reso possibile il tutto”.

Sono le parole del sindaco di Calendasco Filippo Zangrandi al termine di una mattina che ha consentito di procedere alla somministrazione di 65 vaccini Pfizer ad una decina di persone rientranti nelle categorie “vulnerabili” e dunque maggiormente a rischio in caso di contrazione del Covid, ma anche degli ultraottantenni ancora in attesa del siero. In questo modo il piccolo paese in riva al Po fa registrare un notevole balzo in avanti sul fronte dei vaccini per ciò che concerne le persone più anziane.

“Ovviamente il prossimo 25 aprile sarà tempo di richiamo per coloro che hanno ricevuto oggi il vaccino, ma possiamo dire che tutta la popolazione più a rischio del paese è stata coinvolta nella campagna vaccinale – ha detto ancora Zangrandi -. E’ stato molto piacevole osservare persone che da tempo non uscivano di casa e che non si sono fatti scappare questa occasione così importante”.

Per alcuni di loro, impossibilitati a raggiungere il palazzetto, si è invece proceduto con la vaccinazione a domicilio.

LUNEDì SU LIBERTA’ IL SERVIZIO COMPLETO SULLA GIORNATA DI VACCINAZIONE

LA FOTOGALLERY DI MASSIMO BERSANI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà