Nuovo decreto, ipotesi aperture ristoranti: braccio di ferro tra le forze politiche

31 Marzo 2021

Secondo il nuovo decreto in fase di discussione, che sarà in vigore dal 7 al 30 aprile, tutte le regioni saranno in zona rossa o arancione. L’argomento che sta tenendo banco, in un braccio di ferro tra rigoristi e possibilisti, è l’ipotesi di riapertura di ristoranti a pranzo, di cinema e teatri, nel caso in cui i parametri lo consentano. Una posizione sostenuta da Lega e Forza Italia, che premono per allentare le restrizioni e per inserire un automatismo che consenta le riaperture dove i contagi fossero in calo.

Una ipotesi osteggiata dall’ala dura del governo, che ritiene inopportuno ammorbidire le restrizioni ad aprile e si oppone a un sistema automatico che permetta di rialzare le serrande dei pubblici esercizi.

Tra le altre novità che potrebbero arrivare con il decreto, il divieto ai governatori regionali di chiudere le scuole fino alla prima media, a prescindere dalla fascia di colore.

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà