Giorgio Armani trasforma il suo Teatro in centro vaccini per i dipendenti

01 Aprile 2021

Lo stilista piacentino Giorgio Armani tra i primi a “vaccinare” i suoi dipendenti. Il Gruppo Armani sarà una delle prime aziende in Lombardia a dare il via alla campagna vaccinale anti Covid-19: è lo stesso gruppo ad annunciarlo. L’obiettivo è “di dare respiro alle strutture sanitarie impegnate in un gravoso lavoro facendo sì che le risorse siano impiegate verso l’incremento di assistenza e cura”. L’attività di vaccinazione verrà effettuata nell’Armani Teatro, dove nel febbraio 2020, appena si era diffusa la notizia del “paziente uno” italiano, ospitò la prima sfilata a porte chiuse.

La partecipazione alla campagna vaccinale sarà su base volontaria e, appena possibile, sarà implementata nelle sedi di altre regioni. “Anche questa iniziativa – fa sapere il gruppo – è stata fortemente voluta da Giorgio Armani in un’ottica di servizio e vicinanza ai suoi dipendenti in un momento ancora fortemente critico per la salute di tutti”. Armani aveva già dimostrato in più occasioni la sua generosità e l’attenzione verso l’emergenza sanitaria e le esigenze dei territorio più colpiti, tra cui Piacenza. 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà