Agenzie di viaggio: lavoro azzerato per un anno. C’è voglia di ripartire

02 Aprile 2021

Lavoro quasi azzerato per un anno e anche il periodo di Pasqua si preannuncia difficile. Le agenzie di viaggio rappresentano un’altra categoria fortemente penalizzata e messa in ginocchio dalle restrizioni anti-Covid. E dopo le polemiche sollevate per i viaggi all’estero consentiti, l’ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza ha messo una pietra sopra a quelle poche prenotazioni che i piacentini avevano messo in cantiere verso le mete consentite: Canarie in primis. “C’è voglia di tornare a viaggiare – spiegano i rappresentanti del settore – e dopo nove mesi di trattative avevamo raggiunto l’obiettivo di creare “corridoi sanitari sicuri”.

Speranza ha però firmato un’ordinanza che dispone, per arrivi e rientri da Paesi dell’Unione europea, tampone in partenza, quarantena di 5 giorni e ulteriore tampone negativo al termine dei 5 giorni. La quarantena era già prevista per tutti i Paesi extra Ue. L’ordinanza sarà in vigore fino al 6 aprile, il giorno dopo Pasquetta. Chi rientra (o arriva) nel nostro Paese dovrà comunicare il proprio ingresso nel territorio nazionale all’Ausl competente per territorio, e poi sottoporsi al periodo di quarantena a prescindere dall’esito del test effettuato prima della partenza, fatti salvi motivi di necessità e urgenza.

IL SERVIZIO DI MARZIA FOLETTI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà