Ottone, un monumento ricorderà lo sforzo dei sanitari nella lotta al Covid

03 Aprile 2021

Ottone non dimentica lo sforzo degli operatori sanitari, e all’unanimità ha approvato in consiglio comunale l’altra sera la realizzazione di un monumento che sarà dedicato a chi ci ha rimesso in tempo, famiglia e salute, a volte lasciando anche la vita, pur di trovare una cura al Covid-19 o provare ad alleviarne le più tragiche sofferenze. “Volevamo fortemente quest’opera per esprimere riconoscenza al mondo della sanità nella lotta al virus”, spiega il sindaco Federico Beccia. “Penso a tutti i medici, agli infermieri, agli operatori sanitari, ai volontari del soccorso, nessuno escluso. A chi c’era, mentre le città si riempivano nel silenzio delle strade solo del grido delle ambulanze. Nel Piacentino sono morti otto medici per colpa del Covid, non possiamo dimenticare il loro tributo. Oggi siamo ancora immersi nell’emergenza purtroppo, ma è grazie a queste persone se almeno possiamo rivedere un futuro possibile. Il sacrificio di tanti ci ha regalato una visione che prima non eravamo, prima c’era solo buio. Ora possiamo credere nei vaccini”.

“Vorremmo concludere l’opera entro l’estate – aggiunge il sindaco di Ottone – e vorrei che all’inaugurazione ci fossero i rappresentanti degli ordini dei medici, dei farmacisti e delle associazioni di soccorso, Croce Rossa e Anpas. La collocheremo nell’area del centro polifunzionale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà