Emergenza sanitaria e chiusure: tariffe ridotte per i nidi comunali di Piacenza

09 Aprile 2021

Riduzioni e agevolazioni tariffarie per le famiglie i cui bambini frequentano i nidi comunali e convenzionati di Piacenza. L’amministrazione ha approvato le misure di
agevolazione per le famiglie dei bambini iscritti ai nidi e convenzionati e il servizio Edugate, relativamente ai periodi di sospensione dell’attività educativa necessari per la gestione dell’emergenza sanitaria, con effetto dallo scorso mese di marzo alla conclusione dell’anno educativo 2020-2021.
In particolare sarà applicata la riduzione di 1/21 sulla tariffa mensile, per ogni giorno
di chiusura delle strutture in questione, nonché una detrazione sulla tariffa prevista
per il tempo prolungato, anch’essa in misura proporzionale ai giorni di chiusura (per il
mese di marzo pari al 50%).
“Abbiamo ritenuto prioritario e urgente – sottolinea l’assessore ai Servizi Educativi
Federica Sgorbati – un intervento che riconoscesse gli sforzi organizzativi ed
economici cui le famiglie sono andate incontro in questa ulteriore fase dell’emergenza
pandemica, che non ha consentito di fruire appieno delle attività educative per i più
piccoli. Un atto doveroso, di cui abbiamo stabilito l’immediata eseguibilità affinché
già nei bollettini di pagamento delle rette di marzo i nuclei familiari interessati
possano contare su una consistente diminuzione dei costi”.
Il provvedimento determinerà minori entrate – considerando le chiusure obbligate tra
il 15 marzo e il 6 aprile – per 58.000 euro complessivi, stimando un mancato introito
di 22 mila euro settimanali per i successivi, eventuali periodi di sospensione che
dovessero essere stabiliti per cause di forza maggiore relative all’emergenza sanitaria.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà