Salta il Luna Park: “Se arriva l’ok dal Governo disponibili a giugno”

29 Aprile 2021

Il Luna Park salta anche quest’anno. E’ la seconda edizione piacentina fermata dal Covid. Secondo il decreto Draghi infatti i parchi di divertimento, compresa la categoria degli spettacoli “viaggianti”, potranno riprendere le attività a partire dal 1° luglio. Verrebbe dunque meno la tradizione del luna park che, ogni anno, arriva a Piacenza nel mese di maggio. Il referente Elder De Bianchi spera in un ripensamento del Governo: “Abbiamo chiesto di poter riaprire a giugno, se così fosse ci rendiamo disponibili a venire a Piacenza, se il comune darà la sua disponibilità ad accoglierci – spiega De Bianchi. Non riusciamo a capire perché siamo obbligati a restare fermi quando nessuno studio ha dimostrato la diffusione del virus nel nostro contesto. Tra l’altro si tratta di un’attività all’aperto e che possiamo svolgere nel pieno rispetto delle disposizioni e dei distanziamenti”.

Da oltre un anno il Luna Park è “bloccato” a causa della pandemia, ma le spese da sostenere restano: “Abbiamo lavorato due mesi estivi nel 2020 e i ristori sono solo parole – aggiunge De Bianchi – noi facciamo parte delle partite Ive e gli aiuti sono insufficienti per coprire i costi che affrontiamo”. Bambini e adolescenti avrebbero bisogno di svago in questo periodo così difficile: “Noi potremmo essere come una medicina per loro, a livello psicologico”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà