Vaccini anti-Covid, in arrivo a maggio 53.880 dosi nel Piacentino

03 Maggio 2021

In arrivo nuove fiale di vaccino anti-Covid previste per il mese di maggio anche a Piacenza: complessivamente 53.880 dosi, di cui 39.780 fiale di Pfizer-Biontech, 2.900 di Moderna, 10.400 di Astrazeneca e 800 di Johnson&Johnson. In Emilia-Romagna, in trenta giorni esatti di calendario, dal 27 aprile al 27 maggio in regione, tra consegne già effettuate e future, arriverà complessivamente oltre un milione di dosi di vaccino.

“Confidando nel rispetto degli accordi di distribuzione – afferma l’assessore regionale alla sanità Raffaele Donini – questo piano di consegne ci permette di sfruttare appieno la capacità della macchina vaccinale e di far fare un ulteriore passo avanti, davvero significativo, all’immunizzazione: con queste consegne supereremo per la fine del mese i 2,5 milioni di dosi inoculate. Il governo ci ha dato una tabella di marcia che abbiamo già dimostrato di saper rispettare, unica condizione indispensabile è appunto la fornitura del giusto quantitativo di dosi”.

ALTRI TERRITORI – In provincia di Parma la distribuzione sarà di 59.670 dosi di Pfizer-Biontech, 4.300 di Moderna, 15.400 di Astrazeneca e 1.100 di Johnson&Johnson, per un totale di 80.470 dosi. Nel territorio di Reggio Emilia arriveranno 69.030 dosi di Pfizer-Biontech, 4.900 di Moderna, 17.200 di Astrazeneca e 1.200 di Johnson&Johnson, in totale 92.330 dosi. A Modena si attendono 91.260 dosi di Pfizer-Biontech, 6.800 di Moderna, 23.900 di Astrazeneca e 1.700 di Johnson&Johnson, quindi 123.660 dosi complessive. A Bologna sono attese 140.400 dosi di Pfizer-Biontech, 10.300 di Moderna, 29.600 di Astrazeneca e 2.700 di Johnson&Johnson, per un totale di 183.000 dosi. A Ferrara sono in arrivo 54.990 dosi di Pfizer-Biontech, 4.000 di Moderna, 14.100 di Astrazeneca e 1.000 di Johnson&Johnson, complessivamente 74.090 dosi. Nelle province dell’Ausl della Romagna, quindi Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, sono previste complessivamente 155.610 dosi di Pfizer-Biontech, 11.300 di Moderna, 40.000 di Astrazeneca e 2.900 di Johnson&Johnson, in totale 209.810 dosi.
Da tutte queste suddivisioni sono escluse le 26.350 dosi di Moderna in consegna il 18 maggio, per cui non è ancora stata formalizzata la distribuzione tra le Aziende sanitarie.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà