Paolo Muni, piacentino in India: “Più di 20 roghi funebri al giorno per il Covid”

04 Maggio 2021

“Qui in India, dove vivo da diversi anni, in questo triste periodo giornalmente abbiamo oltre venti roghi funebri per vittime da Covid”.

Sono parole di Paolo Muni, piacentino che da nove anni vive e lavora come fotografo a Vrindavana, cittadina di 65mila abitanti nello stato dell’Uttar Pradesh e luogo sacro in tutta l’India a circa 110 chilometri di distanza dalla capitale, Delhi.

“A Vrindavana ogni giorno sulle rive del fiume i roghi funebri erano uno o due al massimo. Al momento siamo arrivati a circa 20-25 roghi al giorno. Una situazione a dir poco allarmante”, prosegue Muni. “Tuttavia, nonostante le immagini degli ospedali strapieni, la mancanza di bombole d’ossigeno, i roghi e i morti, la popolazione in generale non mi sembra affatto farsi prendere dal panico: il rapporto con la morte per la gente in generale è un dato di fatto, una certezza che non va temuta ma che viene accettata, una concezione molto diversa dall’Occidente”.

I DETTAGLIO SU LIBERTÀ NELL’ARTICOLO DI ERMANNO MARIANI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà