L’idea degli studenti: “Il torrione Fodesta diventi un museo delle auto d’epoca”

07 Maggio 2021

Trasformare il torrione Fodesta di viale Sant’Ambrogio in un museo dedicato alle auto d’epoca. È il progetto proposto da alcuni studenti dell’università Cattolica di Piacenza, nell’ambito dell’iniziativa “Un futuro da imprenditori” coordinata dal docente Fabio Antoldi. Più di 100 allievi, organizzati in una ventina di gruppi, hanno presentato le loro idee di startup a tre commissioni di esperti.

Tra i vari interventi, balza all’occhio quello dei giovani Luca Badiini, Alessandro Bianchini, Letizia Cremonesi e Martina Varisco: convertire il torrione Fodesta, un bene inutilizzato di proprietà del demanio, in uno spazio culturale incentrato sulle auto d’epoca, arricchito da un ristorante e uno sportello per le pratiche amministrative connesse al possesso e alla circolazione di questi mezzi storici. L’idea degli studenti parte da un’analisi del territorio: “Nella provincia di Piacenza, Parma e città limitrofe non esistono attività analoghe ma solo qualche collezione privata. I nostri competitors sarebbero il museo Mille Miglia di Brescia, il Nicolis di Verona e quello dell’Alfa Romeo ad Arese”. Per adesso si tratta solo di una proposta ben descritta sulla carta, in futuro chissà. I giovani universitari ritengono che questo percorso di valorizzazione possa essere fattibile e vincente.

L’IDEA DEL MUSEO A TORRIONE FODESTA

Ma dall’università Cattolica emergono anche altre idee di startup: un’app creata per supportare le realtà museali italiane più piccole nelle attività di marketing digitale; una piattaforma online per la visione in diretta di eventi a 360° come spettacoli teatrali, concerti e festival; un portale per la compravendita di libri usati tra privati, dai romanzi alla saggistica e fino ai testi scolastici e universitari; un social network dedicato ai musicisti emergenti; un dispositivo medico-sportivo per gli amanti del fitness, utile a rilevare lo stato di affaticamento della muscolatura a minor spesa. E tanto altro ancora. In totale, i partecipanti hanno presentato 23 progetti: alcuni di loro entreranno nella StartCup Emilia Romagna, per passare dalle parole ai fatti.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà