Rivalta, Zanardi Landi: “Persi centinaia di migliaia di euro, ma ora cerco personale”

07 Maggio 2021

Dallo scorso weekend si è registrata una timida, ma promettente, ripresa del turismo nel Piacentino. I dati del Castello di Rivalta lo confermano. Il borgo, in due giorni, ha ricevuto duecento visitatori (prenotati) e le richieste per i prossimi fine settimana viaggiano sugli stessi numeri. C’è voglia di ricominciare dopo un lungo periodo di restrizioni e limitazioni negli spostamenti. “E’ stato un anno durissimo – spiega il Conte Orazio Zanardi Landi, Presidente del Circuito dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Prima della pandemia da Covid eravamo presi d’assalto da migliaia e migliaia di visitatori e turisti. Improvvisamente abbiamo dovuto fare i conti con l’azzeramento dei nostri eventi. Le attività del borgo: albergo, ristoranti, bar e centro benessere, sono rimaste chiuse per mesi” – spiega il Conte.

Rivalta, per l’immutata bellezza, fascino e romanticismo, è sempre stata considerata luogo ideale per pronunciare il fatidico sì. “Siamo arrivati ad ospitare mille matrimoni in un anno, ora invece è tutto bloccato- sottolinea Zanardi Landi. Abbiamo “perso” centinaia di migliaia di euro, che ho messo di tasca mia. Sono a conoscenza di proprietari che hanno dovuto mettere in vendita le proprie dimore perché affossati dai costi”.

Zanardi Landi è però ottimista e guarda al futuro. La stagione sta per ripartire e la struttura ha pubblicato un annuncio di ricerca personale sui social. “Cerchiamo persone che abbiano un minino di esperienza nel settore; guide turistiche e personale per la ristorazione – racconta – ma dal nostro territorio sono arrivate pochissime offerte. Quello che mi stupisce è che sono stati spediti curriculum da altre città d’Italia, da Udine fino a Roma”.

IL SERVIZIO DI MARZIA FOLETTI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà