Vaccini Covid, anche i 16enni fragili ora possono ottenere la somministrazione

17 Maggio 2021

Vaccinazioni anti-Covid, già partiti i primi avvisi ai sedicenni. L’Ausl ha bruciato i tempi nel raggiungere con i primi sms chi, fra i 16 e i 59 anni, soffre di particolari forme di fragilità. I pazienti definiti appunto “fragili” da oggi, lunedì 17 maggio, secondo la data ufficiale, vengono contattati per verificare la loro disponibilità al vaccino, ma c’è chi ha già ricevuto l’avviso. Una platea ampia anche di minorenni. In questa cosiddetta Categoria 4 rientra chi ha particolari codici di esenzione che sono reperibili sul sito www.covidpiacenza.it e che comprende persone anche giovanissime affette da malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabete e endocrinopatie, Hiv, insufficienza renale, ipertensione arteriosa, malattie autoimmuni, immunodeficienze, malattie epatiche, cerebrovascolari e oncologiche.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà