“Green pass” senza segreti: il vademecum dell’Ausl a “Nel mirino”

21 Maggio 2021

Come tornare alla vita “normale”? Il lasciapassare per gli spostamenti e la partecipazione ad incontri e raduni pubblici è il “Certificato verde”, ovvero il “Green pass”, tra gli strumenti introdotti dal Governo più dibattuti del momento. Se n’è parlato ieri sera a “Nel mirino”, all’interno di una puntata concentrata che ha visto ospite della conduttrice Nicoletta Bracchi, direttore di Telelibertà e del nostro sito Liberta.it, il direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl di Piacenza, Marco Delledonne.

“Al momento, con tutte le regioni in fascia gialla, il pass non occorre per muoversi in Italia – ha esordito Delledonne – ma sarà necessario per spostarsi da o verso regioni che dovessero tornare arancioni o rosse”. A cosa serve? “A consentire la partecipazione agli eventi che sino ad oggi non erano ammessi, come feste di nozze e vari tipi di cerimonie, per i concerti all’aperto e, più avanti, per accedere alle discoteche. Sarà utile anche per accedere alle case di riposo, strumento essenziale per ristabilire il contatto fra gli anziani e i loro famigliari”.

Il “Green pass” nazionale può essere costituito “dal certificato vaccinale, dal referto negativo di un tampone antigenico rapido o molecolare oppure dal referto Ausl che certifica la guarigione dall’infezione da Sars-Cov-2”. Rispetto alla sua validità, “scade dopo 48 ore nel caso del tampone, dopo 6 mesi per i guariti e dopo 9-12 mesi per i vaccinati, in base al tipo di vaccino ricevuto”. Si tratta però di anticipazioni ancora ufficiose, ha precisato Delledonne.

Quanto all’estero, in attesa del “Digital green certificate” europeo che entrerà in vigore il 1° luglio, il consiglio del professore è semplice: “prediligete vacanze italiane, per sostenere la nostra economia ed evitare situazioni di stress che potrebbero rovinare il viaggio”. Perché ogni paese si sta muovendo in maniera diversa. Chi debba partire, “consulti il sito www.viaggiaresicuri.it, il portale ufficiale del Ministero degli Esteri con tutte le informazioni necessarie e aggiornamenti quotidiani sulle diverse condizioni in essere nei diversi paesi del mondo”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà